FIMI, la nuova area di affari per il settore musicale è digitale

La Federazione dell’Industria Musicale Italiana ha diffuso un comunicato nel quale rendeva noto che, secondo quanto riportato da IFPI, la federazione internazionale dell’industria fonografica, il 2005 sarà l’anno della definitiva consacrazione del mondo digitale nel settore musicale. Nel corso del 2004 i download di brani in formato digitale dalla Rete in Europa e negli Usa sono passati da 20 a 200 milioni di brani scaricati. Anche le abitudini dei consumatori paiono lentamente mutare e condurre i meno radicali verso l’acquisto dei brani attraverso siti legali a pagamento. Che la nuova frontiera sarà il Web è attestato anche dalla notizia che Napster (ora pienamente rientrato nella legalità) ha pianificato di investire l’iperbolica cifra di 30 milioni di dollari per una campagna pubblicitaria e di comunicazione, spettacolarmente iniziata durante la trascorsa finale del campionato di football statunitense. Napster ha intenzione di scalzare dal proprio solido trono iTunes, il negozio virtuale di Apple che tante gioie sta dando a Steve Jobs. La ragguardevole cifra che “il motore primo della rivoluzione digitale” intende investire la dice lunga sul potenziale che gli operatori del settore assegnano al mercato “smaterializzato” della musica. Napster non ricalcherà in pieno il modello iTunes. Infatti questo consente di scaricare il brano al costo di 0,99 dollari e utilizzarlo disponendone liberamente tramite l’ormai famoso iPod, mentre il primo offrirà un accesso illimitato a tutti i brani presenti nel database per 14,95 dollari mensili. Naturalmente scaduto l’abbonamento non si avrà più accesso ai brani secondo un modello che ricalca il meccanismo on-demand delle emittenti a pagamento (Sky per intenderci). La guerra è appena iniziata.

Operazione antipirateria condotta nei confronti di radio ed esercizi del Lazi

Il Comando Gruppo di Frascati della GdF ha condotto una operazione antipirateria presso alcune radio private e alcuni esercizi nella zona dei Castelli Romani. Anche in questo caso l’azione è stata condotta grazie alla collaborazione tra le forze dell’ordine e le tre maggiori associazioni antipirateria del Paese FPM, FAPAV, BSA nonché con la SIAE. L’operazione a portato al sequestro di più di 13.000 file musicali illecitamente riprodotti. Il controllo si è poi esteso a videoteche e negozi di informatica presso i quali è stato rinvenuto materiale di illecita provenienza. In tutto l’azione ha condotto alla denuncia di quattro persone.

Silvano Guariso nominato vicepresidente della S.I.A.E.

Il nostro ex segretario amministrativo è stato nominato vicepresidente della S.I.A.E. a seguito della sentenza del Consiglio di Stato 7857/04 che ha dichiarato non valida la deliberazione assembleare del 26 giugno 2003, e quindi decaduti i consiglieri di amministrazione eletti in tale data.

ENPALS – Agibilità semplificata per i lavoratori autonomi esercenti attività musicali

L’Enpals comunica che e’ stato finalmente semplificato – come auspicato da tempo – l’iter per gli adempimenti contributivi previdenziali.

Infatti, la legge 24 dicembre 2003 n° 350 (finanziaria 2004), ha introdotto rilevanti semplificazioni per l’ottenimento della certificazione di agibilità ed alle modalità tutte per i versamenti dei previsti contributi previdenziali.

Sul Sito Internet www.enpals.it è disponibile la relativa circolare, comprendente anche le tabelle delle varie aliquote e le istruzioni tutte nonchè il modulo elettronico per la richiesta del tesserino con il codice PIN per operare direttamente via Internet.

SIAE – Nomina del nuovo Direttore Generale

Ieri si è insediato il nuovo Direttore Generale della SIAE:
il professor Gianni Profita.

Nato nel 1960, il professor Profita è esperto e docente universitario in organizzazione dell’industria audiovisiva internazionale e delle risorse umane manageriali, con particolare specializzazione nella filiera produttiva del cinema.

E’ laureato alla Luiss dove insegna “Economia dell’audiovisivo
e del multimediale” nonchè docente di “Produzione e gestione
dello spettacolo” a La Sapienza di Roma.

Al nuovo Direttore Generale indirizziamo i migliori auguri
per il prestigioso incarico alla guida della SIAE, in questo
particolare momento di rinnovamento.

Nuovo Statuto per l’UNCLA

L’Assemblea Generale degli Iscritti ha approvato in data 27 maggio 2004 il nuovo Statuto.

Ne sottolineiamo i punti salienti:

l – Viene eliminata la differenziazione fra Autori Soci e Autori
Iscritti;
2 – E’ istituita la tutela sindacale per Interpreti ed Esecutori;
3 – Viene creata la figura dell’Associato Sostenitore che cede
volontariamente lo 0,50% dei propri diritti SIAE.

Resta invariata la possibilità per gli Associati Ordinari di versare un eventuale contributo volontario in occasione del pagamento della quota annuale.

Sanremo dimentica gli Autori

Nel corso delle prime due serate del Festival della Canzone italiana di Sanremo, spazio a canzoni e cantanti ma scarso rilievo agli autori dei braniAssociazioni sindacali nazionali degli autori e degli editori in prima linea nel manifestare un congiunto e forte dissenso nei confronti dei responsabili del Festival di Sanremo che, in questa edizione, sembrano avere dimenticato il ruolo di primo piano svolto dagli autori dei brani in gara che dovrebbero essere protagonisti alla stregua dei cantanti e delle canzoni.

Nel corso delle serate invece i nomi degli autori dei brani in gara non sono stati citati con il dovuto rilievo.
Acep, Anem, Fem, Unemia, l’Associazione, Uncla, Snac ritengono invece fondamentale promuovere il riconoscimento del ruolo e dell’importanza degli autori non solo per la “giusta e doverosa” valorizzazione del loro operato, ma anche per interesse della parte imprenditoriale che sulla loro creatività ha creduto e investito.

ACEP, ANEM, FEM, L’ASSOCIAZIONE, UNCLA, UNEMIA, SNAC