UNCLA: il Sindacato degli Autori,
il primo dal 1946… il più grande.

Con lo scopo di tutelare e difendere gli interessi di tutti gli Autori nazionali nei confronti di chi non rispetti il loro diritto a ricevere un giusto compenso per il loro lavoro creativo, nel giugno del 1946, su iniziativa di un gruppo di Autori italiani tra i più famosi del momento, Mascheroni, Panzeri, Bracchi, Testoni, Bertini, Bixio, Cherubini, Schisa, Olivieri, Kramer ed altri ancora, si costituisce a Milano il Sindacato:

U.N.C.L.A.,
UNIONE NAZIONALE COMPOSITORI LIBRETTISTI AUTORI.

Con Decreto Ministeriale del 12.7.1978 (in Gazzetta Ufficiale n°211 del 29.7.1978) all’UNCLA viene riconosciuta la Maggiore rappresentatività fra le varie organizzazioni sindacali di categoria.

GLI ASSOCIATI U.N.C.L.A.
UNCLA è aperta non solo autori e compositori della Sezione Musica, ma anche agli artisti interpreti ed esecutori.
Nel corso della propria lunghissima storia l’UNCLA ha potuto annoverare a annovera tra gli associati alcuni degli autori maggiormente rappresentativi per il nostro Paese e per il mondo della cultura internazionale.
Abbiamo, per esempio, l’onore di poter annoverare quali nostri Presidenti Onorari nel corso degli anni, artisti del calibro di Ennio Morricone, Giulio Rapetti (MOGOL), Pino Donaggio.
Sin dal dopoguerra, l’UNCLA nasce nel 1946, tutti i maggiori autori italiani trovano nell’Unione, il luogo perfetto per poter cercare di assicurare agli Autori il giusto riconoscimento professionale e sociale, la tutela dei propri diritti, nonché garantire loro il giusto peso nel rapporto con il mondo Editoriale (molto più strutturato e organizzato) altrimenti destinato a prevalere senza contraddittorio alcuno.
L’UNCLA diviene la casa degli autori italiani. Autori del calibro di Mascheroni, Panzeri, Bracchi, Testoni, Bertini, Bixio, Cherubini, Schisa, Olivieri, Kramer, danno vita al più longevo sodalizio autorale italiano.
Nel corso del tempo l’impegno e la dedizione profusa dai “padri fondatori” e dai successori porta l’UNCLA ad essere il punto di riferimento per tutto il mondo degli autori italiani legati al settore musicale e a raccogliere sotto la propria egida artisti del calibro di Alberto Testa, Claudio Baglioni, Carmen Consoli, Natale Massara, Enrico Ruggeri, Camillo (Roby) Facchinetti, Dodi Battaglia, Francesco Facchinetti, Gaetano Curreri, Tullio De Piscopo, Fausto Leali, Paolo Conte, Enrico Beruschi, Paolo Limiti, Franco Cerri, Enrico Intra, Elide Suligoj, Marco Betta, Lorenzo Ferrero, Walter Fargetta, Memo Remigi, Giorgio Calabrese, Pino Presti, Tony Santagata, Renato Pareti, Gianni Bobbio, Paolo Prencipe, Peppino Principe, Gino Mescoli, Marco Falagiani, Francesco Specchia, Enrico Riccardi, Luigi Albertelli, Stef Burns, Cristiano Malgioglio, Albano Carrisi, Carlo Galante, Carlo Pedini, Beppe Vessicchio,.
L’UNCLA continua ad essere un punto di riferimento e prosegue a battersi per conferire la giusta dignità professionale agli autori e agli esecutori che rappresentano i pilatri che reggono il settore della cultura e dell’arte nel nostro Paese e nel Mondo

L’U.N.C.L.A.,
attraverso i suoi associati, è presente:
alla S.I.A.E. (Consiglio di Amministrazione, Sezione Musica e Sezione D.O.R.);
alla Cassa di Previdenza Soci della S.I.A.E. (Comitato Direttivo e Collegio dei Revisori);
alla Cassa Nazionale di Assistenza Compositori, Autori e Librettisti di Musica Popolare (Presidenza e Consiglio Direttivo);
al B.I.E.M. (Consiglio di Amministrazione e Assemblea);
alla C.I.S.A.C. (Consiglio di Amministrazione e Assemblea);
è membro fondatore del CAM e dell’UNA.

ELEZIONI DEGLI ORGANI SOCIALI
Le elezioni si svolgono seguendo strettamente
il metodo democratico e tutti gli iscritti hanno uguali diritti che diventeranno doveri
allorché si assumeranno cariche sociali.
Tutti possono prendere visione di ciascun documento o atto deliberato dal Direttivo.