UNCLA: 30.000 EURO PER I GIOVANI AUTORI DI MUSICA LEGGERA, JAZZ E CLASSICA


Uncla erogherà30.000 euro di contributi derivanti dai fondi accumulati a fronte del prestito bibliotecario a favore di giovani autori italiani entro il 2016

UNCLA Unione Nazionale Compositori Autori Librettisti di Musica Popolare, ha deciso di istituire una serie di contributi per la realizzazione di fonogrammi e la pubblicazione di nuove opere a favore di giovani compositori e autori italiani, mediante l’utilizzazione di fondi messi a disposizione dal Ministero dei beni culturali e derivanti dal cosiddetto “diritto di prestito bibliotecario”. L’impegno dell’UNCLA non si limita al mondo della cosiddetta “Musica Popolare”, ma, in linea con il proprio credo e gli obiettivi che da sempre persegue, si rivolge anche al mondo del Jazz e della Musica Classica.

In primo luogo il Direttivo UNCLA ha deciso di istituire un contributo a favore dei giovani autori di nuove opere scelti tra i partecipanti alla fase finale di tre importanti manifestazioni di musica popolare che si terranno entro la fine del 2016: Canto Italiano, il Festival di Castrocaro e San Remo Rock. Nel corso della serata finale di ciascuna delle tre manifestazioni saranno consegnati ai tre migliori compositori e autori di età inferiore ai 35 anni contributi (2.500 euro al primo classificato under 35, 2.000 al secondo e 1.500 al terzo) da utilizzarsi per la realizzazione di supporti fonografici o per la promozione della propria opera. I destinatari degli importi dovranno documentare, con fatture di spesa, a pena della nullità del premio stesso, l’impiego delle somme assegnate per la realizzazione e promozione della loro opera.
I documenti di spesa, dovranno essere consegnati, da parte dei soggetti che beneficeranno del contributo, all’UNCLA che li inoltrerà alla Federazione degli Autori, ente responsabile del coordinamento amministrativo, per il definitivo invio al Ministero dei Beni Culturali.
In caso di ex aequo le somme saranno divise tra i diversi possibili destinatari.
UNCLA, con questo contributo intende fornire un aiuto concreto a tutti quei giovani compositori e autori italiani che si impegnano per esprimere il proprio talento in un mercato che destina sempre minori risorse per la promozione e la crescita dei giovani artisti.

Ma, come anticipato, le risorse non sono destinate solo al mondo della musica popolare: altri fondi, sempre con l’obiettivo di promuovere e far crescere giovani autori italiani, sono stati destinati agli studenti under 35 che abbiano ottenuto il miglior punteggio di Laurea in composizione per l’anno accademico 2015/2016, da impiegare nella pubblicazione di una opera originale, nei seguenti 3 istituti nazionali parificati di musica Jazz: Scuola civica di Jazz di Milano, Siena jazz, St.Louis Roma. Il contributo assegnato dovrà essere impiegato per la pubblicazione dell’opera stampata e per la realizzazione del file della partitura e del supporto fonografico (CD master) da allegare alla pubblicazione. Anche in questo caso i destinatari delle somme dovranno documentare, con fatture di spesa, a pena della nullità del contributo stesso, l’impiego degli importi assegnati per la realizzazione e promozione della loro opera. I documenti di spesa, dovranno essere consegnati, da parte dei soggetti che beneficeranno del premio, all’UNCLA che li inoltrerà alla Federazione degli Autori, per il definitivo invio al Ministero dei Beni Culturali.

Infine in riferimento al mondo della Musica Classica il Direttivo UNCLA ha deciso di dare vita a 4 contributi ciascuno dell’importo di € 1.500,00 riservate agli studenti di composizione, sempre under 35, che abbiano ottenuto il miglior punteggio di laurea nei seguenti 4 Conservatori di musica nazionali, nell’anno accademico 2015/2016: Conservatorio di musica Giuseppe Verdi di Milano, Conservatorio di musica Santa Cecilia di Roma, Conservatorio di musica San Pietro a Majella di Napoli, Conservatorio di musica Bellini di Palermo, Anche in questo caso il riconoscimento economico consisterà in una borsa di studio di € 1.500,00 all’autore della composizione di strumento o ensemble dei neo-laureati, che una giuria formata dai docenti di composizione del Conservatorio e presieduta dal Direttore del Conservatorio, riterrà più meritevole. Come nel precedente caso il contributo assegnato dovrà essere impiegato per la pubblicazione dell’opera stampata e per la realizzazione del file della partitura e del supporto fonografico (CD master), da allegare alla pubblicazione.