Ci ha lasciati il Maestro Morricone


Si è spento oggi alle prime luci del giorno in una clinica romana nella quale era ricoverato in seguito alle conseguenze di una caduta, il Maestro Ennio Morricone. Una perdita incolmabile per il mondo della cultura mondiale. Una delle colonne portanti di UNCLA che ha sempre sostenuto nelle battaglie in favore della categoria autoriale, tanto da ricoprire anche la carica di Presidente Onorario della nostra Associazione.
Impossibile riassumere in poche parole una carriera costellata da successi in qualsiasi ambito avesse toccato dalla musica classica, alla musica da film, alla cosiddetta musica leggera.

Le sue opere hanno costituito la colonna sonora di intere generazioni. Come non ricordare il sodalizio con Sergio Leone che ha dato origine ad alcuni dei brani più noti della storia del cinema, che hanno portato il Maestro a ricevere una infinita serie di nomination e di premi fino a culminare con l’Oscar alla carriera nel 2007. La collaborazione con Tarantino, suo grandissimo estimatore, ha portato il Maestro a ricevere l’Oscar per la colonna sonora del film The Hateful Height nel 2016.
Come non ricordare i capolavori in qualità di arrangiatore agli inizi della carriera, tra tutti “Se telefonando” lanciato in qualità di interprete da Mina e “Il mondo” con Jimmy Fontana che lo stesso Morricone, scoprì in un jazz club romano.

Ennio Morricone è stato e resterà uno dei più luminosi ambasciatori della cultura italiana nel mondo.
Oltre alle sue immortali opere il Maestro ci lascia la sua incrollabile fede nell’etica del lavoro e della strenua applicazione, che ha sempre sostenuto fossero alla base della sua inesauribile vena creativa e del suo successo, costruito sulle fondamenta di uno studio e di un impegno costanti.
Un uomo retto le cui opere immortali scalderanno i nostri cuori e ci faranno sognare per sempre.

Ci mancherai Ennio, ma la tua musica renderà la tua assenza meno dolorosa, sarai sempre con noi.
Sean Sean …