A “Wonderland” su Rai4 (canale 21) speciale Pino Donaggio


Martedì 19 gennaio la puntata del programma è stata dedicata al MAESTRO Pino Donaggio colonna portante della musica italiano nel mondo e … della nostra Associazione in qualità di Presidente Onorario.

Riportiamo di seguito la nota stesa dalla redazione RAI in occasione della presentazione dello speciale

Da divo della musica pop italiana, capace di scalare le classifiche di vendite, fino al sodalizio con Brian De Palma che ne sancirà la carriera da compositore di colonne sonore: “Wonderland” ha dedicato la puntata di martedì 19 gennaio su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre), a Pino Donaggio con un’intervista esclusiva che ripercorre l’intera carriera dell’artista di origini veneziane. La passione per la musica caratterizza la vita di Pino Donaggio, classe 1941, fin dai primi anni ’50 quando, da giovanissimo, collabora con l’orchestra I Solisti di Milano diretta dal Maestro Claudio Abbado e poi con I Solisti Veneti sotto la direzione di Claudio Scimone. Ma il primo grande successo capace di imporlo all’attenzione dei media arriva nel 1961 quando debutta al Festival di Sanremo con il brano Come sinfonia, che si posizione 6° in classifica. Donaggio raggiunge il suo più grande successo nel 1965 con il brano Io che non vivo, presentato in coppia con Jody Miller al Festival di Sanremo, che arriva 2° posto e resta in cima alle hit parade per settimane, tanto da diventare un fenomeno internazionale ed essere riadattato in inglese da artisti del calibro di Dusty Springfield, Elvis Presley, Cher e Tom Jones.Ma la carriera di Pino Donaggio prende una svolta nei primi anni ’70 quando il successo internazionale musicale lo porta a comporre la colonna sonora del thriller-cult di Nicolas Roeg A Venezia…un dicembre rosso shocking (1973) che lo pone immediatamente all’attenzione del mondo del cinema fino a siglare un vero e proprio sodalizio con Brian De Palma per la colonna sonora di film di grande importanza come Carrie, lo sguardo di Satana (1976) di cui nell’intervista si ripercorre la genesi, Vestito per uccidere (1989), Blow Out (1982) e Omicidio a luci rosse (1984), fino ai lavori più recenti del regista Passion (2012) e Domino (2019). Nel frattempo, però, Donaggio ha la possibilità di espandere la sua esperienza nel cinema collaborando a una moltitudine di progetti e legando le sue sonorità soprattutto al cinema del brivido, infatti tra le collaborazioni celebri abbiamo anche Lucio Fulci (Black Cat), Joe Dante (Piranha, L’ululato) e Dario Argento (Due occhi diabolici, Trauma). Wonderland ha ripercorso l’intera carriera di Donaggio attraverso le sue stesse parole, senza tralasciare anche i numerosi lavori che l’artista ha eseguito per la tv, come le fiction popolari di grande successo, e il cinema d’autore indipendente.

La puntata è disponibile su RaiPlay al seguente indirizzo : https://www.raiplay.it/programmi/wonderland